La Destra di Servizio (segreto)

Suona beffarda nei confronti della verità storica e giudiziaria la definizione di “destra eversiva” con la quale i magistrati di Bologna bollano i responsabili della strage di Bologna del 2 agosto 1980, pur dopo aver indicato come mandanti due antifascisti (Umberto Federico D’Amato e Umberto Ortolani) e due rinnegati del fascismo (Mario Tedeschi e Licio … Continua a leggere La Destra di Servizio (segreto)

In un Altro Paese

Se c’é una leggenda alla quale tutti, o quasi, ostentano di credere è quella relativa all’indipendenza della magistratura. Il potere giudiziario pretende di essere l’argine incorrotto ed incorruttibile contro la deriva dai malcostume politico, il malaffare, la disonestà che contraddistinguono da sempre l’operato dei politici italiani. Propaganda abilmente alimentata elencando i nomi di magistrati uccisi … Continua a leggere In un Altro Paese

Ahi, Serva Italia!

Sulla sudditanza dell’Italia verso gli Stati Uniti non ci sono dubbi di sorta, sia in campo politico che economico e militare. Ma, perfino una Nazione subalterna alla potenza egemone dovrebbe avvertire la necessità ed il decoro di impedire che servizi segreti stranieri possano creare all’interno del territorio italiano proprie reti informative ed operative che servono … Continua a leggere Ahi, Serva Italia!

L’Eversione Centrista

Leggo uno studio scritto da un giovane ricercatore storico friulano, Nicola Tonietto, intitolato, Un colpo di Stato mancato? Il golpe Borghese e l’eversione nera. La prima osservazione che viene spontaneo fare è quella relativa alla “eversione nera”, perché Tonietto stesso nel suo saggio cita come correi del presunto colpo di Stato personaggi come Giulio Andreotti, … Continua a leggere L’Eversione Centrista

Il Filo Bianco Sporco

È stata la strage dimenticata per anni, anzi possiamo dire fino ad oggi. Gioia Tauro è rimasta sempre sullo sfondo della tragedia, italiana come massacro “di serie B”, esattamente come i morti ed i loro familiari. Per loro nessuna commemorazione in pompa magna, nessuna udienza al Quirinale, interviste giornalistiche e televisive negate, tantomeno documentari o … Continua a leggere Il Filo Bianco Sporco

Alessandro Limido intervista Vincenzo Vinciguerra

Federazione Nazionale Combattenti della Repubblica Sociale http://www.marilenagrill.org/Lintervista.htm Innanzitutto vorrei chiederti quanto è importante la verità per le nuove generazioni? Ritieni che «inchiodare i colpevoli alle loro responsabilità» possa servire per costruire il futuro? Tutti i Paesi nei quali lo scontro fra comunismo ed anticomunismo, o meglio ancora, fra gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica, si … Continua a leggere Alessandro Limido intervista Vincenzo Vinciguerra

Il Golpe d’Estate

Leggere la storia italiana senza secondi fini, senza cioè voler rimpinguare il conto in banca, favorire forze politiche, pubblicare le “veline” dei servizi segreti o appiattirsi nell’esaltazione delle sentenza della magistratura, permette di ritrovare quel filo di continuità che, a partire dal 1960, ha contraddistinto il ventennio dei “golpe” italiani, tutti falliti ma sempre tentati. … Continua a leggere Il Golpe d’Estate

Ustica più Bologna

Leggo, finalmente, una domanda intelligente posta da un esponente della sinistra italiana.Su L'Espresso, Miguel Gotor, in un articolo sulla strage di Ustica, scrive: «In quella drammatica estate 1980, l'inquietudine continuò ad alimentare l'inquietudine e il tormento a crescere sul tormento in quanto l'attentato alla stazione di Bologna avvenne soltanto trentasei giorni dopo la strage di … Continua a leggere Ustica più Bologna

I Benemeriti: Mario Tedeschi ed i suoi “fratelli”

Non per le persone per bene, oneste ed intelligenti, non per quelle serie e dignitose, ma per la moltitudine di schiamazzanti cretini e disonesti che parla, scrive e prospera in questo Paese, Mario Tedeschi, Giulio Andreotti, Giuseppe Santovito e Licio Gelli dovrebbero essere considerati benemeriti dall'Italia democratica ed antifascista, intemerati eroi che un giorno hanno … Continua a leggere I Benemeriti: Mario Tedeschi ed i suoi “fratelli”